Errare è umano, perseverare è diabolico. Intervista a Leonardo Prati.

Leonardo Prati, creative strategist, errare è umano, perserverare è diabolico

Errare è umano, perseverare è diabolico. Intervista a Leonardo Prati.

Nessun uomo è arrivato ad essere un imprenditore di successo senza essersi informato ed aver chiesto aiuto, senza aver fatto la famosa “gavetta”, partendo dal basso per raggiungere grandi risultati.

Buongiorno, innanzitutto chi è Leonardo Prati?

 

Mi piace mantenere un po’ di mistero, anche se il mondo dei social non me lo permette molto. Leonardo Prati è un ragazzo che viene da una piccola e movimentata città romagnola, Milano Marittima, e che nella vita fa il consulente e il digital strategist per il marketing online. In particolare modo mi occupo di advertising e aiuto le aziende ad auto-promuoversi nel mondo del web.

 

Sei quindi uno specialista del settore. Secondo te quali sono gli errori più frequenti che commettono le piccole imprese e le relative soluzioni?

 

Due sono i passi falsi da evitare: sottovalutare i dati relativi alla propria azienda e la mancanza di costanza. Si deve essere sempre informati su tutto ciò che concerne la propria attività, prendere possesso di dati e dare l’immagine giusta di ciò che si è; iscriversi a Facebook o a qualsiasi altro social non determina un incremento di popolarità e soprattutto di guadagno. La soluzione è semplicemente quella di trovare un metodo con tempi ed obiettivi in linea con la realtà.

 

Leonardo Prati, creative strategist

 

 

È possibile arrivare ad una autonomia da parte dei piccoli imprenditori?

 

Sono convinto che l’ideale è sempre un 50 e 50. Un’azienda che delega senza sapere rischia di perdere la propria personalità, perché solo l’imprenditore conosce bene l’anima della sua idea e perché ogni giorno va a lavorare lì; al contempo un affiancamento è utile, — soprattutto se non si possiedono i mezzi per formare un reparto dedicato al settore —, per rimanere in costante aggiornamento con le novità del web marketing e delle piattaforme in continua evoluzione.

 

Siamo molto curiosi. Cosa dirai ai presenti e cosa vuoi che rimanga impresso?

 

Darò molto spazio alle domande e alle risposte, poichè potrebbero essere d’aiuto a chiunque, dato che si parlerà di situazioni che ogni piccolo imprenditore vive quotidianamente. L’argomento di cui parlerò sarà l’ottimizzazione del flusso, quindi come da un semplice contenuto si arriva all’online, fino al contenuto sui social network.

 

Tu hai già scelto di partecipare, ma i piccoli imprenditori perché dovrebbero farlo?

 

Daniela Patroncini mi ha chiamato e spiegato che cosa avesse pensato con il suo team e non potevo declinare. Devono assolutamente partecipare perché capire e confrontarsi sono punti a loro favore, non solo per incrementare il loro business, ma anche per mettersi al riparo da agenzie di comunicazione mirabolanti che promettono e non spiegano come raggiungere i risultati. Si tratta di rischi ed opportunità.

 

Leonardo Prati ti aspetta al Local Business Day il 24 ottobre.

Per partecipare gratuitamente iscriviti  qui.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.